Ultima modifica: 27 Ottobre 2019
Istituto Comprensivo Alto Casentino > Orientamento Scolastico

Orientamento Scolastico

io scelgo

 

Il M.I.U.R. ribadisce nelle “Linee guida nazionali per l’orientamento permanente”, come l’Orientamento assuma un valore permanente nella vita di ogni persona, sostenendone i processi di scelta e di decisione sul proprio futuro, per cui è parte integrante del processo educativo e formativo che guida i ragazzi a proiettarsi nel futuro e a prepararsi per poterne affrontare i cambiamenti della società attuale. Infatti, il superamento veloce di idee e di contenuti, l’esigenza di nuovi modi di pensare, di comportarsi e di comunicare, mettono in luce sempre più l’importanza dell’orientamento. L’azione della scuola nell’orientare i ragazzi si articola in più dimensioni: non solo orientamento per scelte relative all’ambito scolastico o lavorativo, ma soprattutto un “orientamento alla vita”, in un percorso formativo continuo, un personale progetto che parta dalla capacità di scegliere conoscendo la realtà, ma anche e soprattutto se stessi.

Orientare, quindi, non significa più, o non significa solamente trovare la risposta giusta per chi non sa cosa fare, ma diventa una ulteriore possibilità per mettere il soggetto in formazione in grado di conoscersi, scoprire e potenziare le proprie capacità, affrontare i propri problemi. Quanto più il soggetto acquisisce consapevolezza di sé, tanto più diventerà attivo, capace di auto orientarsi e di delineare, in collaborazione con l’adulto, un personale pro getto di vita che dovrà prevedere momenti di verifica e di correzione.

Il progetto orientamento è quindi un processo formativo continuo cui debbono concorrere insieme in modo attivo, paritario e responsabile scuola, famiglia e territorio. Un’azione orientativa deve partire dal presupposto che ogni passaggio da un ordine scolastico ad un altro è ricco di difficoltà ed in particolare lo è quello che segue la Scuola Secondaria di primo grado perché costringe lo studente ad una scelta repentina spesso non meditata o non abbastanza supportata nei modi e nei tempi. L’attività di orientamento deve perciò essere considerata necessaria e non marginale a partire dalla Scuola dell’Infanzia per continuare, intensificarsi e strutturarsi con la crescita dell’individuo e del suo personale percorso scolastico e deve essere condotta in modo trasversale, interdisciplinare, e fondata su obiettivi condivisi dai tre diversi ordini di scuola:

a) l’acquisizione di un’identità consapevole nel duplice rapporto con se stessi e con gli altri ;
b) la rimozione degli ostacoli che impediscono la formazione della persona;
c) la promozione della capacità di operare scelte autonome ed esprimere una propria progettualità.

Il MIUR con l’obiettivo di mettere a disposizione degli studenti le informazioni necessarie a scegliere consapevolmente e con l’aiuto della propria famiglia la scuola ed il tipo di indirizzo di studio più vicino alle proprie potenzialità, ambizioni e aspettative, ha realizzato il portale Io scelgo, io studio.

Il portale è disponibile all’indirizzo http://www.istruzione.it/orientamento/.




Link vai su